Mutui e inflazione: cosa deve sapere chi compra casa

Mutui Lecce > mutuo > Mutui e inflazione: cosa deve sapere chi compra casa
mutui e inflazioni comprare casa lecce

L’aumento dei costi, come il caro bollette, e la carenza di materie prime registrata negli ultimi periodi hanno fatto nuovamente risuonare il termine l’inflazione tra le personalità al vertice dell’Eurozona. Il fenomeno dell’inflazione incide anche sull’andamento dei tassi d’interesse sui mutui, che potrebbero subire delle variazioni con l’andare del tempo. Mutui e inflazione sono, infatti, due temi interconnessi. Per questo se avete già stipulato un contratto di mutuo o intendete acquistare un immobile ricorrendo a questa formula di finanziamento, è necessario avere le idee ben chiare (senza allarmarsi troppo).

Gli economisti tranquillizzano: i tassi d’interesse rimarranno ancora piuttosto stabili almeno per tutto il 2022. Infatti, l’aumento dell’inflazione deriva soprattutto dalla pandemia, che ha causato delle difficoltà nel reperimento delle materie prime e quindi un aumento dei prezzi al consumo. Ma questi sono eventi straordinari, non consolidati, e la politica monetaria della Bce (la Banca Centrale Europea) rimarrà di tipo “espansivo”, favorendo l’immissione di liquidità sul mercato ancora per qualche tempo. C’è da aspettarsi tuttavia, seppur non a stretto giro, un’inversione di rotta.

Alla luce di queste dinamiche, si può affermare che c’è occorre prepararsi a questi eventi, scegliendo subito la formula giusta per dare avvio a un mutuo. Chi invece ce l’ha già in corso, può tranquillamente tutelarsi nel caso di eventuali aumenti ricorrendo alla surroga, ovvero al trasferimento del mutuo presso un altro istituto bancario che offre condizioni più vantaggiose.

Alcune dritte da seguire se stai per richiedere un mutuo

Se stai pensando di richiedere adesso un mutuo, occorre prestare attenzione alla scelta del tasso. Infatti, sono i proprio i tassi di mercato a subire delle variazioni, sia per quelli fissi che per quelli variabili. In particolare l’Euribor per i mutui variabili e Eurirs per quelli fissi, con quest’ultimo che attualmente ha registrato una piccola crescita. Ma l’indicatore che bisogna osservare è il Taeg, che ad oggi ha un valore inferiore all’1% con mutui dalla durata ventennale.

Ovviamente, per ora le previsioni, scongiurano un aumento dei tassi repentino, nonostante l’attuale impennata del fenomeno dell’inflazione.

inflazione casa lecce

 

Mutui e inflazione: richiedi una consulenza per non essere impreparato

Per essere più cauti, senza avere poi cattive sorprese in seguito, farsi consigliari da esperti del settore è senza dubbio la scelta più sicura. I mediatori creditizi  Mutui Lecce vi forniranno tutti gli elementi per scegliere la tipologia di mutuo più adatta sia al periodo storico che alle vostre esigenze. L’inflazione non sarà più una preoccupazione.

Ricordando, inoltre, che i giovani under 36 possono godere fino al 31 dicembre 2022 delle agevolazioni riguardo il mutuo prima casa. Affidatevi al nostro servizio per scegliere il mutuo giusto per te.