Rata del mutuo? Alcune dritte per non essere impreparati

Mutui Lecce > mutuo > Rata del mutuo? Alcune dritte per non essere impreparati
rata mutuo prima casa lecce

Una volta trovata la casa desiderata, che finalmente soddisfa le vostre esigenze, arriva il fatidico momento di informarsi sulla richiesta di un mutuo. Una delle domande più frequenti, quando ci si accinge ad iniziare la trattativa, è sull’importo della rata del mutuo e come esso viene determinato. Infatti, occorre prendere in considerazione, che dietro alla cifra che noi vediamo si celano altri valori su cui è sempre bene essere preparati.

In linea generale, la rata serve a dilazionare la somma da erogare alla banca o istituto di credito in base ad un precedentemente accordato piano di ammortamento. Quest’ultimo definisce, infatti, la tipologia di rate e l’importo, in base al tasso che viene scelto, fisso o variabile che sia.

Andiamo a guardare nello specifico la rata del mutuo e i fattori che ne scaturiscono la scelta di una tipologia piuttosto che un altra.

Da cosa è composta la rata del mutuo

Scegliere un mutuo vuol dire prestare attenzione a diverse variabili. Una di queste è, senza dubbio, la rata del mutuo. Quest’ultima è composta da due elementi importanti, ovvero: quota capitale e quota di interessi. La prima equivale all’effettivo importo da restituire e, quindi, della somma richiesta per il mutuo. Invece, la quota di interessi stabilisce a quanto ammonta, in percentuale, il compenso dovuto al creditore in base all’importo ricevuto e al tempo per il rimborso del finanziamento.

Le due quote non sono ripartite nella medesima somma nell’importo della rata. Infatti, di solito, si tende a rimborsare prima gli interessi e successivamente la quota capitale. Molto dipende dalla tipologia di rata se è crescente, decrescente o costante (tipologie che vedremo più avanti). Ciò dipende dal bilanciamento della rata. Nello specifico, con il passare del tempo, diminuendo la somma da restituire, gli interessi si abbassano. Mentre all’inizio, con l’importo più alto, gli interessi, automaticamente, si alzano.

informazioni rata del mutuo a lecce

Interdipendenza tra tipologia di rata e  mutuo

Un mutuo si definisce anche in base alla tipologia di rata che viene applicata. Esistono, infatti tre differenti rate da cui dipende il piano di ammortamento del mutuo e sono:

  • Mutuo a rata costante. Questa tipologia di rata è tipica dei mutui a tasso fisso dove l’importo rimane tale per tutta la durata del finanziamento. Anche in caso di mutuo a tasso variabile si può avere una rata costante ma, in questo caso, con l’aumento dei tassi d’interesse la rata rimane di uguale somma ma aumenta la durata in cui restituire il rimborso.
  • Mutuo a rata crescente. In questo caso, la rata prevista nel piano di ammortamento prevede che la quota capitale sia inferiore nelle prime rate e tende aumentare con il passare del tempo. Per quanto riguarda gli interessi, questi sono calcolati sempre rispetto al capitale residuo.
  • Mutuo a rata decrescente. Al contrario della tipologia precedente, il mutuo a rata decrescente prevede un piano di ammortamento con una rata d’importo maggiore nel primo periodo per poi diminuire gradualmente.
  • Mutuo a rata flessibile. Questa tipologia di piano di ammortamento comprende un importo rate che varia in base alle esigenze del mutuatario. In questo caso, infatti, la rata è composta solo dalla quota di interessi, mentre, la quota capitale, può variare.

Per scegliere la tipologia di mutuo più consona a ciascuna esigenza, è bene valutare bene tutte le variabili. Per questo, soprattutto se si tratta di mutuo per la prima casa è consigliabile rivolgersi ad esperti del settore della mediazione creditizia come i professionisti di Mutui Lecce. Grazie ad un’importante esperienza nel campo dei mutui sapremo indirizzarvi sulla soluzione migliore per ottenere la casa dei vostri sogni.